Gli struffoli sono un dolce antichissimo, e appartengono inequivocabilmente alla tradizione Napoletana.
come già detto nell’altra ricetta classica si preparano per le feste di Natale, ma sono buoni tutto l’anno.

Questa è una versione revisionata anch’essa senza cedro e canditi, ma con una forma diversa.Si ho messo più tempo del dovuto ma queste stelline di struffoli sono un Capolavoro di gusto.

Vi assicuro farete un figurone perché è un piatto molto scenografico
è sulla tavola di Natale ci sta proprio a pennello.

 

Per L’ impasto

500 gr di farina 00

70 gr di burro

3 uova + 3 tuorli

100 gr di zucchero

un pizzico di sale

1 cucchiaio di Strega

Per la rifinitura:

250 gr di miele

100 gr di zucchero

4 cucchiai di acqua

zuccherini colorati

 

Su un piano da lavoro (di marmo o di legno) disponete la farina a fontana, al centro di essa le uova e i tuorli, il sale, il liquore, lo zucchero e il burro. Lavorate l’impasto per amalgamare gli ingredienti fino ad avere una palla di pasta omogenea.Lasciatela riposare per circa un’ora in un luogo fresco e asciutto. Vi consiglio di non lavorarla troppo: dopo il riposo infatti avrete modo di impastarla nuovamente. Alcune ricette prevedono anche l’uso del lievito: a me non piace perchè fa perdere la croccantezza e rende poi gli struffoli vuoti al loro interno.
Passata un’ora lavorate ancora la pasta per togliere eventuali grumi e per renderla completamente omogenea. Staccando un pezzettino per volta, lavorate con i palmi delle mani una piccolina pallina per avere un bastoncino sottile; tagliatelo con un coltello in tanti piccoli dadini di circa 3-5 mm. (ovviamente ci sono varie versioni: chi li preferisce più grossi, chi più piccoli…per cui adeguateli ai vostri gusti!).Io questa volta ho preferito farli a forma di stella usando un semplice stampino a forma di stella.

In una pentola alta, mi raccomando alta, versate abbondante olio e, quando è caldo, buttatevi dentro gli struffoli pochi per volta: con l’aiuto di una schiumarola smuoveteli continuamente per evitare che si brucino o che si attacchino tra di loro. Devono diventare più scuri, dorati ecco. Sicuramente vedrete formarsi la schiuma: è lo spauracchio per chi frigge gli struffoli ma qui vengono in aiuto i bordi alti della pentola! Un piccolo trucco: state ben attenti che non cada acqua o farina nell’olio perchè potrebbe provocare la schiuma! Scolate poi gli struffoli, asciugateli e lasciateli raffreddare.


In una pentola capiente versate il miele, lo zucchero e i cucchiai di acqua: mescolando sempre con un cucchiaio di legno lasciate sul fuoco medio fino ad ottenere uno sciroppo biondo-oro. Io preferisco usare il miele di acacia o eventualmente il millefiori: consiglio comunque un miele non troppo forte in modo che non copra il reale sapore degli struffoli.Buttate nella pentola gli struffoli e mescolateli in modo che ogni struffolino sia ben avvolto dal miele.
Poi disponete gli struffoli nel piatto da portata: qui ci sono possibilità: dare loro una forma di cupoletta oppure di ciambella. Vi consiglio la ciambella nel caso in cui fossero tanti, diciamo 500 gr o più: per ricreare il buco centrale, mettete al centro un bicchiere prima di versare gli struffoli. Lo toglierete solo dopo che il miele si sarà raffreddato.
Decorate poi con gli zuccherini colorati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.